archivio

Tonari smetalla

La serata prevede:

– visione del tradizionale cartone animato Walt Disney:

(adoro la risata bastarda di Paperino)

– degustazione e successivo sbevazzamento di vino rumeno Clos Buzao di Dealu Mare (sì ok non essendo Transilvania è un po’ come ricordare la presa di Porta Pia con un Picolit ma non sottilizziamo)

gran finale con cosplay da streghetta comprato al Donki Hotte di mia mo dialogo sui massimi sistemi, l’universo e ciò che c’è oltre.

Vi lascio coi Death SS che gli Helloween dai sono troppo scontati e anche un po’ gay anche se essendo io power gay metaller potrebbero pure andare

(mi dicono che le feste di Halloween a Osaka sono più o meno così. Io chiaramente pure stavolta lavoravo)

Vita eccitante questa settimana. Come vi avevo scritto nell’ultimo post il tifone è arrivato e passato, lasciandomi il ricordo di una mattinata diversa dal solito e una lieve nostalgia di Venezia.
Non altrettanto bene è andata a un mio collega che abita sui monti un po’ più a nord: la sua casa e quella accanto del suocero sono state travolte da una frana e ora alcune parti (non tutte fortunatamente) sono inagibili. Lui e la sua famiglia stanno bene.
Il problema è che ora l’abitazione è piena di fango, così alcuni di noi sono andati (ieri e oggi) e andranno (domani) ad aiutarlo. A spalare c’erano anche conoscenti e colleghi del suocero, niente pompieri et similia se non sporadicamente per portare via parti impossibili da muovere a mano.

Questa è più o meno la situazione

Oggi sono andato dunque a spaccarmi la schiena. I lavori era già avanti, ma c’era ancora parecchia terra da rimuovere, così fino alle quattro di pomeriggio queste braccia da troppo tempo rubate sono state restituite al loro legittimo strumento: la pala. E’ un’attività che consiglio a tutti quelli che vogliano allenare bicipiti, lombari e anche un po’ di addominali. Da notare anche una cospicua presenza di cacca di gatto tra la melma, tanta al punto che dopo un po’ ho cominciato a sperare di trovare lo stesso gatto, travolto e stecchito, maledetto bastardo.
Mentre lavoravo mi è venuto anche in mente questo video e relativa canzone.


Allo stato attuale delle cose quasi tutti i locali interni sono agibili, restano alcuni lavori più di fino (è per questo che vado anche domani, con la mia mano fatata ideale per raccogliere merda). Di completamente inagibile c’è solo uno stanzino pieno di detriti di dimensioni troppo grosse (la terza foto), quello si farà in futuro forse.