archivio

Tonari mundial

Siamo sì e no a metà della prima giornata di gare.
Finora è stato un mondiale abbastanza noioso, pochi gol, molta staticità, match decisi per botte di culo. L’unica a dare spettacolo è stata la cara Germania (carica di naturalizzati), che però ha spesso queste super partenze seguite da afflosciamento precoce. Buona anche la Corea del Sud (due a zero sulla Grecia, ahimé).

L’Italia non l’ho vista, ma ho visto il Giappone, una partita decente contro un Camerun allo sbando. Sono contento che abbiano vinto i nipponici eccheccazzo sarebbe pure ora che iniziassero a farsi vedere, tuttavia ci sono ancora alcuni problemini da risolvere, come la mancanza di un vero uomo leader (Honda è l’unico che spicca, ma fa troppo il bulletto) o il pauroso calo di ritmo degli ultimi 20 minuti.

I miei colleghi comunque erano felicissimi stamattina e ho notato anche una lieve supponenza quando il discorso andava al pareggio dell’Italia. Del resto è il loro momento di gloria, se lo godano.

Agli ottavi mi auguro il match che attendo da 12 anni, Italia-Giappone, e lì sì che saranno risse e botte da orbi. Indi per cui forza a entrambe e che la vuvuzela sia con voi.

Annunci

Manca meno di un mese all’inizio dei mondiali e persino qui in Giappone la discussione comincia a farsi strada durante le pause lavorative.

Io nell’ordine tiferò per le seguenti nazionali

1. Italia (ovviamente e poi il mio ruolo lo richiede)

2. Giappone (qui purtroppo non nutro grandi speranze)

3. Germania (dai tempi della Keio ho sempre avuto simpatia per i crucchi)

4. Spagna (mediterranei anche loro)

5. Inghilterra (allenata da un italiano e poi poveracci non vincono da più di 40 anni.

[…]

32. Francia (devono morire, sono arrivati al mondiale in maniera infame, esclusi dalla prima urna per i pietosi risultati degli ultimi anni e guardacaso son finiti nel gruppo in cui hanno maggiori possibilità di passare visto che testa di serie è il ridicolo Sudafrica novantesimo nel ranking FIFA, ma Paese ospitante. Che combinazione eh! Domenech poi è simpatico come un pugno di spaghetti crudi di traverso. Se vincono è la prova ufficiale che Dio non esiste)

Il Sudafrica è nella stessa fascia oraria italiana, ma senza l’ora legale (errata corrige: il Sudafrica è +2 da Greenwich), quindi vedere le partite sarà una bella impresa. Per il momento ho già programma Giappone – Olanda, l’unica a orari umani (mi sembra le otto o nove di sera, di sabato tra l’altro).

L’Italia purtroppo tende sempre a giocare tardi e in giorni preferiali quindi per la fase eliminatoria staremo a vedere se il lavoro mi permetterà di riposare la mattina successiva. Agli ottavi potrei fare uno sforzo, dai quarti le possibilità che mi prenda dei giorni di ferie aumentano esponenzialmente.
Tuttavia non tutto il male vien per nuocere e invitare una giappina a casa per seguire le notturne italiche gesta davanti a una bottiglia di Chianti del konbini potrebbe essere fonte di altre notturne italonipponiche gesta ben più interessanti (ho detto Chianti del konbini sì: non sprecate i vostri soldi con vini di alto livello, tanto perlopiù non ci capiscono nulla e si bevono tutto dicendoti ooooh ma che buono questo vino anche fosse un Aglianico conservato in ghiacciaia o un Soave caldo come il piscio).
Spero di aver dato una buona idea a qualcuno.

Divagazioni a parte, l’ultimo mondiale ero sempre in Giappone e abbiamo vinto. Chissà che… (stessa cosa che ho pensato per gli Europei del 2008 e adesso tocchiamoci tutti le balle).