Il sacro e il profano

Due post su Suma (Kobe) su minube. Il primo dedicato al suo tempio, un posto veramente molto interessante che ospita i resti di una delle leggende della guerra Genpei tra Taira e Minamoto: Taira no Atsumori. Sì perché adesso diciamo Takasago qui Takasago là yawn, ma qualche secolo fa da queste parti se le davano di santa ragione!

Il secondo invece dedicato alla spiaggia, un tempo teatro di feroci lotte per il predominio, oggi habitat ideale del giovane (giapponese e non) in cerca di divertimento estivo. O tempora o mores! Non che mi dispiaccia che dove un tempo la gente si ammazzava, ora ci si vada a conoscere le tipe.

3 commenti
  1. albino ha detto:

    Suma(ko) e’ una mia amica giappina con le tette grosse.

  2. albino ha detto:

    Ecco, mi hai fatto venire la depressione ripensando a Kamakura. Non alla spiaggia in se’ (che fa SUPER schifo) ma al quantitativo di gente in luglio-agosto, ai localini in spiaggia (bellissimi, Jesolo je fa na pippa), e soprattutto alle giappine in costume.
    Adesso e’ la stagione giusta. Mi viene da piangere…

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: