archivio

Archivio mensile:settembre 2010

Fino al 5 ottobre, sempre per i miei vecchi cari tornei di canoa. Il tempo non promette bene, speriamo che tutto vada per il meglio.

E con Chiba ecco la mappa aggiornata di tutti i luoghi toccati da Tonari nei suoi pellegrinaggi lungo il Paese (principalmente per lavoro).

Annunci

Mesi fa avevo parlato della rinnovata speranza che il concorso Miss Keio 2010 alla fin fine si tenesse, dati un twitter e un dominio registrato a tal nome. Ricordiamo che l’evento era finito nell’occhio del ciclone dopo che alcuni buontemponi del Keio University Advertising Club, quello che organizza la competizione, avevano avuto la bella idea di correre nudi per le strade di Hiyoshi.

Qualche tempo dopo aver scritto il post però mi ero accorto di un annuncio del suddetto club, in cui si parla a chiare lettere di “sospensione a tempo indeterminato”, e la cosa mi aveva fatto molto pensare, così come mi avevano fatto pensare il fatto che il twitter fosse rimasto silente e il sito completamente vuoto.

Oggi la conferma: il sito è ancora una desolante pagina bianca, mentre il twitter è scomparso (probabilmente da una settimana, quando la notizia della sospensione è stata confermata e pubblicata da più parti, diventando di dominio pubblico).

Rendiamoci conto: il mito o i miti dietro tale manovra hanno usato questa storia per fingersi staff dell’organizzazione, ricevere tramite Twitter mail su mail di ragazze aspiranti miss (corredate di indirizzo, numero di telefono, mail e ovviamente foto) e poi scappare col bottino una volta raggiunta la presunta data di scadenza.
Non mi stupirei se fossero gli stessi paraculi nudi che han combinato il macello, magari pianificando tutto dall’inizio.

Adesso io sono un po’ triste che Miss Keio quest’anno non si terrà e disprezzo questi sciacalli, però sotto sotto non posso fare a meno di provare una certa ammirazione per la trovata e i risultati che avrà sortito. :D
Scherzi a parte se è andata come il mio fiuto mi suggerisce siamo di fronte a robe grosse. Sono curioso di vedere se verrà fuori qualcosa.

In ogni caso ecco una ricostruzione secondo Tonari dei materiali sui quali i misteriosi organizzatori potrebbero aver messo le mani (ringrazio Bruno Vespa per il plastico).

Tra parentesi io avrei votato la prima.

Dopo Jean Reno e Orlando Bloom ecco che è venuta fuori un’altra somiglianza, decisamente più improbabile.

A una festa a Osaka, una mia amica ha cominciato a chiamarmi Yuki-chan di qua, Yuki-chan di là, Yuki-chan perché non vai a provarci con quella ecc. Alla mia domanda su chi fosse sta Yuki e perché mi chiamasse così mi ha risposto che Yuki-chan è la capretta di Heidi e alla mia aria dolce e innociuente un soprannome simile calza a pennello.
Ah, Fiocco di neve!

Eccomi mentre faccio amicizia alla festa.

Eh già proprio vero, ma come sono innocente e ingenuo io! Quando mi sbarbo tutto poi mi scambiano ancora per un universitario. Del resto con un faccino così fresco e giovane come si potrebbe pensare altrimenti. In realtà però devo confessarvi che in soffitta tengo un dipinto che…