Che campione Tonari no Diablo

CALCETTO: Un paio di miei colleghi hanno messo su una squadra di calcetto aziendale e ovviamente io sono stato invitato a partecipare in quanto italiano e quindi matematicamente bravissimo a giocare a calcio. Che dire, in campo non ho mai brillato, ma dopo 5 allenamenti, assurto ormai a capocannoniere della squadra, comincio a comprendere la leggenda di Wagner Lopes, attaccante naturalizzato giapponese in campo a Francia 98, che si vociferava avesse realizzato ben 105 gol nella serie B giapponese.

MARATONE: a metà luglio ho partecipato alla maratona-staffetta di 24 ore, nei pressi di Osaka. Chiaramente, trattandosi di una staffetta non correvo da solo, la squadra era formata da 8 persone, quindi 3 ore a testa. Molto divertente, la notte abbiamo dormito in tenda, sembrava quasi di stare al campeggio.
E’ stata un’impresa fisicamente stancante e mentalmente alienante: non so se abbiate mai corso per lungo tempo, di solito si comincia a pensare a di tutto di più, cortometraggi mentali in heavy rotation, deliri (in particolare alla terza ora), canzoni che ti rimbombano nel cervello.

L’ultimo giro, con la gente che applaudiva i corridori fino al traguardo, è valso però tutta la fatica: una scena commovente.

LAVORO: momentaneamente il peggio è passato, nonostante le ore di straordinario ormai non si contino più. Il bello è che me lo menano per farmi rispettare il programma di lavoro e oggi è venuto fuori che devo aspettare un po’ perché sono stato troppo veloce. Sediate sulla schiena no?

Beati loro che non devono stare tutto il giorno davanti a un PC

Per l’obon andrò qualche giorno a Tokyo, spero di non tornare devastato.

CANOA e CANOTTAGGIO: ne sentivamo la mancanza un po’ tutti. Quest’anno non ero nello staff per l’interhigh e quindi sono rimasto a casa, ma non vi preoccupate perché tornato dalle ferie di agosto mi aspetta il torneo di canoa a Yamanashi, alle falde del Monte Fuji (ci sta un popolo di giappi che ha inventato tanti balli).
Poi a ottobre sono già stato opzionato per due settimane in quel di Niigata, sempre canoa e canottaggio. Ma sicuramente avremo occasione di riparlarne.

Abbiamo vari modi di trattare chi si lamenta dei tempi al photo finish

5 commenti
  1. Akanishi au Québec ha detto:

    “rispettare il programma di lavoro e oggi è venuto fuori che devo aspettare un po’ perché sono stato troppo veloce. Sediate sulla schiena no?

    bravo, falli sfigurare

  2. Tonari ha detto:

    Ma non è farli sfigurare… è che prima mi fanno i pressini e resto a lavorare fino alle 9 e poi finisce e che mi gratto.

  3. Akanishi au Québec ha detto:

    ripeto, bravo, fa’ sfigurare sti giappi che si credono gli ichiban del mondo.

    la quote è Tarantino?

  4. Tonari ha detto:

    Yes, “Dal tramonto all’alba” :D

  5. albino ha detto:

    Se sei piu’ veloce di quello che si aspettano scommetto che ti guardano ammirati pensando “ohh Tonarisan, atama ga ii desu ne…” ma in realta’ non si fidano e ricontrollano just in case tu abbia fatto le cose alla cazzo di cane.
    Sbaglio?

    A volte mi chiedo chi me l’ha fatto fare… (la figa forse? – ma se era solo la figa, avrei dovuto andare in Korea dove le donne sono due ordini di grandezza + fighe, no?! O_o )

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: