5 personaggi dei manga che avresti voluto essere

EDIT: corretti tutti gli ausiliari sballati dietro segnalazione albinesca. Per domani ripassare i verbi servili e le tabelline.

L’altro giorno ho visto la cara Kiruccia inserire su Facebook i 5 personaggi dei cartoni animati che avrebbe voluto essere. Così mi son detto “Bello, adesso lo faccio anche io!”, solo che poi mi son fermato un attimo e ho pensato: “Ma quasi quasi ci faccio un post sul blog, così ne parlo con più calma, posso metterci pure i filmati, spiegare perché e percome…”

Ed eccomi qua. Qui di seguito vi presento i 5 personaggi dei manga e degli anime che a suo tempo avrei voluto essere. Via il primo!

Crystal il Cigno

Qui possiamo ammirarlo con larmatura dargento.
Qui possiamo ammirarlo con l’armatura buona della domenica.

Senza dubbio il mio cavaliere preferito tra quelli di bronzo. Quante polvere di diamanti lanciate coi miei amichetti alle elementari, il periodo in cui esplose la mania! C’è pure da dire che era quello che doveva essere più freddo e puntualmente si incastrava pensando alla madre morta.
Probabilmente piansi quando venne congelato nel feretro di ghiaccio da Aquarius: non ero ancora abituato ai personaggi che vanno e vengono, pensavo veramente che ormai non ci fosse più speranza per lui.

Sniff sniff.

Grande anche nello scontro all’undicesima casa, grande il discorso che fa sul manga mentre cede al peso della battaglia appena vinta. Grande.

Cosa è giusto? Cosa è sbagliato? Una volta iniziata la battaglia, un uomo, più che indugiare nel dubbio, dovrebbe lottare fino in fondo senza tentennamenti.[…]

Benjamin Price

Ho sempre pensato che "Genzo" fosse una marca di cappelli.

Solido e affidabile, Benjamin Price è il portiere che da piccolo avrei sempre voluto essere (era peraltro il mio ruolo preferito). Ho sempre rimpianto che nella serie originale apparisse poco, ma è anche vero che con lui e Holly la New Team non avrebbe avuto rivali e il cartone sarebbe stato senza senso. Così invece si creava un senso di aspettativa e quando arrivava ti fregavi le mani, nella consapevolezza che “Mo’ so cazzi amari per tutti!”.

Lo ricordo ancora tuffarsi nel tentativo di parare il tiro di non so chi (forse Lenders) declamando che sarebbe anche finito su una sedia a rotelle pur di fermare il pallone. La battuta, epica sul momento, è diventata con gli anni motivo di ilarità durante le discussioni coi miei amici.
Da menzionare il suo spettacolare contropiede in finale contro la Muppet, quando ruba palla a Mark e lancia Holly e Tom in rete.

Johnny

Ecco Johnny nella sua tipica espressione E adesso che faccio?

Ecco Johnny nella sua tipica espressione "E adesso che faccio?"

Johnny, uno dei principali colpevoli della mia scarsa affinità col sesso femminile almeno fino ai 18 anni (“Johnny è uno sfigato, ma ha addirittura due tipe… adesso aspetto un po’ anche io allora.” e passarono i decenni).
Johnny, il ragazzo che avrei voluto essere per poter finalmente avere non una, ma addirittura due ragazze tra cui scegliere.
Johnny è quasi magia (o E’ quasi magia Johnny), il cartone che ha segnato, intorno ai 14 anni, la rinascita della mia passione verso il mondo degli anime e l’inizio della mania per il Giappone.
Johnny, di cui vi propongo la sigla qui sotto, uno dei pezzi che più riesce a mettermi nostalgia dei tempi che furono e che più non saranno.

Joe Crocker

joecrocker

Joe, in un momento di raccoglimento.

Sì lo so, ve lo state chiedendo: “E chi cazzo è Joe Crocker?”
Chi mi conosce bene (o era con me in quel periodo) sa che il mio cartone preferito di tutti i tempi è Gigi la Trottola: se Johnny ha avuto il merito di farmi riscoprire un mondo abbandonato al termine dell’infanzia, Gigi ha portato il processo a piena maturazione, fino a quella sera d’estate di 12 anni fa in cui decisi che un giorno sarei vissuto in Giappone.

Eppure non ho mai voluto essere Gigi, era troppo diverso da me. Mi sarebbe piaciuto come amico.
Piuttosto ho sempre ammirato Joe Crocker: Joe è il classico personaggio che vorrebbe fare il serio, che sembra distaccato, fico, ma che coinvolto nelle avventure dei ragazzi del liceo Seirin lascia trasparire tutta la sua cazzonaggine. E questo contrasto mi ha sempre fatto sbregare dal ridere.^^

Ancora oggi quando lo vedo accorrere a cavallo insieme a Tomato ad aiutare Gigi per salvare la scuola nell’ultima puntata del cartone non posso fermare una lacrimuccia di nostalgia e un brivido di esaltazione lungo la schiena.
Joe, sei il mio eroe.

Rei di Nanto


Ultimo, ma non ultimo, Rei, l’uccello d’acqua di Nanto, la stella del dovere.

Certo, la tecnica di Hokuto è più potente, efficace, versatile (ci ammazzi, ci curi, ci fai il caffé), pevò signovi ma che vozzezza tutti quegli intestini che ti esplodono addosso e ti macchiano il pullovev di cashmeve.
Vogliamo mettere con l’eleganza e la pulizia tecnica della scuola Nanto (e in particolare di Rei)??

Contro Raul fu effettivamente un po’ coglione (dai col mantello, ma come si fa…), però vederlo trafitto fu un colpo al cuore secondo solo al congelamento di Crystal (vedi sopra), ma ormai ero anche grandicello.

Aggiungo anche che, pur non disdegnando il character design del cartone, nel manga era molto più bello :*

Rei in una delle sue più famose battute.

Rei in una delle sue più famose battute.

Infine, una piccola curiosità: pare che in Giappone ultimamente siano diventati di moda i nomi terminanti in “to” (斗), tra cui appunto c’è anche… 北斗 cioè Hokuto (in italiano la costellazione del Grande Carro)! E in effetti durante i vari tornei di canoa mi è capitato di veder gareggiare più d’un “Hokuto”.

Ovviamente il nome è subito entrato tra i candidati per un eventuale figlio maschio futuro, ma di questo ne riparleremo con calma tra qualche anno. =D

Annunci
5 commenti
  1. Akanishi ha detto:

    a me come nome di figlio maschio piaceva un sacco Chensciro.

  2. albino ha detto:

    Li hai visti i miei personaggi?? LOL!!!!

  3. Tonari ha detto:

    Ho visto ho visto… hai almeno 3 grandi amanti della patata su 5. Ma me lo aspettavo =D

  4. Tonari ha detto:

    Argh purtroppo hai ragione. Forse è il caso di correggere.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: